In seguito all’emergenza coronavirus il Governo ha adottato una serie di misure restrittive volte a contrastare la diffusione del virus. Oltre ad un impatto dal punto di visto sociale, però, tale situazione ha delle conseguenze anche per quanto riguarda l’aspetto economico e proprio per questo motivo il Governo ha deciso, nel corso di questi mesi, di erogare forme di sostegno alle categorie più colpite. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo assieme cosa cambia per bonus, cassa integrazione e reddito di cittadinanza.

Bonus Pc e bonus mobilità: ecco come funziona

Partiamo dai bonus e in particolare dal bonus Pc, fino a 500 euro, per l’acquisto di Internet a banda ultra larga e un tablet o computer. Disponibile da lunedì 9 novembre, tale voucher è rivolto ai cittadini con Isee inferiore a 20 mila euro e consiste in uno sconto sul canone di abbonamento per servizi internet a banda ultra larga in caso di nuove attivazioni di rete fissa e la fornitura di un Pc o tablet. Per quanto riguarda il bonus di 500 euro, inoltre, varia in base all’offerta dell’operatore, fermo restando alcuni limiti previsti dalla normativa. Lo sconto sui servizi internet può valere tra 200 e 400 euro, mentre quello su PC o tablet può essere compreso tra 100 e 300 euro.

Si può beneficiare del contributo per l’acquisto di pc o tablet, ricordiamo, solo in caso di contestuale attivazione di un servizio di connettività a banda ultra larga. Per ottenere tale agevolazione bisogna rivolgersi all’operatore di riferimento, aderente all’iniziativa, attraverso i tradizionali canali di vendita. Non bisognerà effettuare nessuna registrazione, ma semplicemente sottoscrivere un contratto di durata minima di un anno, certificando di avere un reddito Isee inferiore a 20 mila euro.

Per quanto riguarda il bonus mobilità, chi non è riuscito ad ottenerlo durante il cosiddetto click day, ha tempo fino al 9 dicembre per inserire la propria domanda sul portale, al fine di ottenere in futuro il rimborso del 60% sull’acquisto di una bicicletta, bici elettrica, monopattino, overboard o segway, e comunque non superiore ai 500 euro, così come previsto dal Decreto Rilancio.

Cassa integrazione e Reddito di cittadinanza: le novità

Importanti novità per quanto riguarda la cassa integrazione e il reddito di cittadinanza. Grazie al Decreto Ristori bis, la cassa integrazione emergenza Covid-19 viene estesa anche a tutti i lavoratori assunti dopo il 12 luglio, fino a questo momento esclusi. Tale misura , quindi, consente anche a lavoratori assunti nel periodo estivo di poter beneficiare della cassa integrazione di emergenza, già prorogata con il decreto agosto.

Il reddito di cittadinanza, invece, potrebbe subire dei tagli. Al momento, sottolineiamo, non vi sono conferme ufficiali in merito, ma sembra che l’intenzione sia quella di ridurre l’importo, in modo tale da permettere a più famiglie di poter ricevere questa forma di sostegno. Si potrebbe assistere, pertanto, ad una revisione dei requisiti di accesso.

Per finire, ricordiamo, dal 10 al 30 novembre è possibile presentare la richiesta per il Reddito di Emergenza previsto dal recente decreto legge 28 ottobre 2020, n. 137, il cosiddetto Decreto Ristori. Potranno presentare la nuova domanda i nuclei che non hanno mai ottenuto questo beneficio in precedenza, mentre per i nuclei già beneficiari, il riconoscimento avverrà d’ufficio. Gli aventi diritto, quindi, potranno beneficiare di due mensilità, inerenti i mesi di novembre e dicembre.