Tutti sono pronti a dare consigli quando qualcuno decide di comprare casa, ma cosa succede quando invece si vuole mettere in vendita la propria abitazione? Spesso si cade nell’errore di lasciar fare tutto all’agenzia, senza rendersi conto che anche il proprietario di casa è parte attiva nella vendita e pertanto deve a sua volta prestare alcuni accorgimenti per riuscire a vendere casa nel minor tempo possibile. Entriamo quindi nei dettagli e scopriamo assieme alcuni consigli utili per vendere casa e gli errori da non commettere.

Vendere casa, alcuni consigli utili

Riuscire a vendere casa in tempi brevi non è impossibile, tuttavia è fondamentale prestare attenzione ad alcuni accorgimenti. Innanzitutto vi consigliamo di fare pubblicità presso portali immobiliari specializzati. I potenziali acquirenti, d’altronde, fanno ormai quasi sempre delle ricerche su internet e proprio per questo motivo è fondamentale proporre delle foto in grado di attirare l’attenzione degli utenti.

Se necessario fate alcuni piccoli lavori di ristrutturazione per migliorare l’aspetto. Questo non vuol dire cambiare del tutto la propria abitazione o spendere migliaia di euro, bensì fare semplicemente in modo che l’ambiente risulti gradevole a chi lo visita. Allo stesso tempo bisogna valutare il prezzo di vendita e a tal proposito è opportuno essere flessibili. Quasi sempre, d’altronde, quando si tratta di vendere casa bisogna negoziare sul prezzo, con il potenziale acquirente che vi chiederà di abbassarlo. Proprio per questo motivo è opportuno essere mentalmente preparati al fatto di poter guadagnare meno di quanto previsto. Se non si ha particolare fretta, comunque, è possibile aspettare fino a quando non si trovi un acquirente disposto a pagare il prezzo stabilito.

Se volete vendere velocemente la vostra casa, inoltre, assicuratevi di mostrarla sempre pulita e ordinata. Se si tratta di un’abitazione piccola è opportuno tenere il minor numero di mobili possibile, in modo tale da sembrare più grande. Per finire, vi ricordiamo di affidarvi solamente ad agenzie immobiliari affidabili, che potranno aiutarvi nei vari passi del vostro percorso di vendita. Allo stesso tempo vi consigliamo di essere flessibili negli incontri. Quando vi chiedono di vedere la casa, infatti, è opportuno mostrarsi sempre disponibili nell’accogliere le richieste dei potenziali acquirenti. Molto spesso, però, le case si vogliono visitare di giorno e per questo se siete impegnati con il lavoro, vi consigliamo di lasciare le chiavi ad una persona fidata che possa mostrare la casa al posto vostro.

Quali sono gli errori da evitare?

Una volta visti alcuni consigli utili per vendere casa, vediamo assieme quali sono invece gli errori da non commettere. Ebbene, il primo aspetto da considerare è senz’ombra di dubbio il prezzo. Molte volte, infatti, si finisce per scegliere un prezzo ritenuto fuori mercato, sia in alto che in basso. In quest’ultimo caso, ad esempio, si svaluta troppo l’immobile, al contrario, un prezzo troppo alto finirebbe per scoraggiare gli eventuali acquirenti.

Come vi abbiamo già detto, per vendere casa è opportuno affidarsi ad un’agenzia seria e affidabile. Allo stesso tempo, però, bisogna evitare di commettere l’errore di affidarsi a più agenzie contemporaneamente. Il risultato finale, infatti, sarebbe un scarso impegno da parte degli addetti ai lavori, con conseguente perdita di tempo. Tra gli errori che spesso si commettono quando si vuole vendere casa, si ricorda quello di non evidenziare i punti di forza della propria abitazione. Se vicino vi sono delle scuole, ad esempio, è bene ricordarlo, così come la presenza di parcheggi, posti auto oppure aree verdi. Allo stesso tempo evitate di presentare la casa con un cattivo odore oppure danni evidenti, in questo caso, infatti, il prezzo sarà oggetto di una trattazione al ribasso per i costi di ristrutturazione.

Allo stesso tempo non commettete l’errore di presentare la vostra casa in disordine. È importante togliere tutti gli oggetti troppo personali e gli oggetti sparsi in giro tra le varie stanze. Un ambiente ordinato e pulito, infatti, risulta più attraente e permette al visitatore di immaginare il suo futuro all’interno dell’abitazione. Evitate, inoltre, di fornire informazioni sbagliate. Se avete un appartamento al quarto piano, ad esempio, dovete fin da subito chiarire se presente o meno l’ascensore. Allo stesso tempo dovete avvisare il potenziale acquirente se sono in programma lavori condominiali.

Per finire, se avete già dato il via ad una trattativa, non fate l’errore di dare le chiavi all’acquirente prima del rogito. Fino all’atto ufficiale del rogito notarile, d’altronde, non può vantare alcun diritto sull’immobile. Ovviamente dal momento del compromesso, fino a quello del rogito, potrebbe voler prendere delle misure o visionare l’immobile per capire come arredare casa e per questo è necessario rendersi disponibili. Se consegnate le chiavi prima del rogito, però, potrebbe sentirsi in diritto di fare sopralluoghi senza il vostro consenso in qualsiasi momento.

Tuttavia, nel caso in cui decidiate di consegnare le chiavi, in quanto temete di perdere l’affare, vi consigliamo di redigere una scrittura privata. Quest’ultima servirà a mettere in chiaro alcuni punti fondamentali, come ad esempio la responsabilità per eventuali danni in carico a chi ha le chiavi in possesso. Ma non solo, è bene sottolineare il divieto di utilizzare gli impianti di luce, acqua e gas, così come valutare la possibilità di addebitare la quota parte di spese condominiali.